1 ottobre 2012

Perché un nuovo blog?

Da qualche tempo ricevo richieste di informazioni relative al mio lavoro, richieste a cui potrei rispondere  collettivamente piuttosto che con mail personali. 

Il mio attuale blog Cibo&Salute avrebbe bisogno però di una pesante "ristrutturazione", snaturandolo dal suo ruolo di contenitore di ricette interessanti dal punto di vista nutrizionale oltre che facili e golose. Anche se, per questioni di tempo, attualmente mi sto limitando all'aggregazione di quanto pubblicato da altri, spero di poterlo riprendere e di riuscire a tenerlo vivo, come servizio agli amici e clienti.

In questo nuovo blog cercherò di dare il maggior numero di risposte a coloro che cercano un percorso di educazione alimentare e mettere a disposizione materiale informativo sul mio lavoro.
Vorrei anche dare spazio alle strutture con cui collaboro (trovate l'elenco in un'altra pagina), a realtà nel mio territorio che svolgono attività affini o ad iniziative utili a modificare lo stile di vita. Mi auguro che sia un blog più legato alle realtà in cui vivo per proporre opportunità e servizi con l'unico scopo di dare risposte a chi cerca soluzioni a problemi di salute connessi con l'alimentazione.

Spero di potercela fare senza togliere tempo a collaborazioni, come quella al sito La Scuola di Ancel ai cui preziosi consigli comunque vi rimanderò in casi particolari.

Sono stata a lungo incerta se chiamare questo blog "Sapere di Salute" o "Sapore di Salute": il primo mi sembra un po' pretenzioso, il secondo richiamava troppo un blog di cucina. 
Ho deciso per il primo nome perché voglio un blog in cui condividere con voi quello che so, imparare cose nuove avendo l'occasione delle vostre domande e dal vissuto di chi si affida a me per un percorso nutrizionale. Più passano gli anni, più verifico che una professione come la mia è basata sullo scambio: per avere risultati ci si deve mettere in gioco, da entrambe le parti, nutrizionista e cliente/paziente. 
"Sapere" ha quindi il doppio significato di "avere sapore" cioè avere il gusto del lavoro, della cucina e della ricerca della salute e di "conoscere" cioè cercare, nella marea di informazioni che ci arrivano ogni giorno, quelle più solide e diffonderle, ovviamente solamente in relazione alla nutrizione. 

"Meglio un povero di aspetto sano e forte
che un ricco malato nel suo corpo.
Salute e vigore valgono più di tutto l'oro,
un corpo robusto più di un'immensa fortuna.
Non c'è ricchezza superiore alla salute del corpo
e non c'è felicità più grande della gioia del cuore."
Siracide 30, 14-16

Nessun commento:

Posta un commento