7 gennaio 2015

Dopo le feste arriva...il mal di stomaco!


Guardando la televisione in questi giorni, si ottiene l'impressione che per effetto degli stravizi natalizi, tutti soffrano di mal di stomaco.
Naturalmente non ho intenzione di suggerire a qualcuno di curarsi da solo, anzi il mio consiglio è, se in disagio non passa in un paio di giorni, di rivolgersi al medico, ed evitare di insistere con l'automedicazione. Consultare un medico diventa addirittura indispensabile per sapere se questa terapia è incompatibile con altre in corso o se ci sono altre condizioni di salute che sconsigliano di continuare questo tipo di cura.
Il medico non potrà però che confermare che, per evitare che il sintomo di ripeta, oltre alla terapia, occorre, per qualche tempo, seguire un regime alimentare adatto e ricordarsi di alcune buone abitudini.
Ovviamente questa proposta deve essere adattato alle esigenze di ciascuno, ma alcuni consigli sono adatti alla maggioranza.
  • Preferire piccoli pasti perchè affaticano meno la digestione (ricordarsi del vecchio detto "alzarsi da tavola con un po' di fame")
  • Preferire pasti frequenti per evitare sgradevoli sensazioni di fame tra un pasto e l'altro (salvo casi eccezionali, mai più di 5)
  • Evitare attività fisiche o sforzi, soprattutto se comportano movimenti di piegatura del busto, subito dopo i pasti e per 1-2 ore successivamente
  • Evitare di sdraiarsi per le prime 2 ore dopo il pasto, in alcuni casi può essere opportuno un secondo cuscino o alzare la parte del letto sotto la testa
  • Proteggersi dal freddo, soprattutto in fase di digestione, coprendosi con un panno pesante (come una coperta di pile) o ricorrendo ad una boule con acqua calda

  •  Evitare fritti, soffritti e condimenti eccessivi. Questo significa usare solo olio a crudo, evitare la verdura ripassata, aglio olio e peperoncino.
  • Attenzione ad alcuni alimenti come peperoncino, pepe, cioccolata, lieviti, cornetti, dolci ricchi di grasso e di panna, aglio, cipolla, menta. Anche se non in misura uguale per tutti, possono peggiorare i sintomi.
  • Limitare vino e birra ed evitare superalcolici, compresi amari e digestivi perché possono peggiorare la situazione.
  • Limitare il consumo di carne, soprattutto rossa, e affettati.
  • Preferire il pane secco o tostato (analoghi come crackers o grissini solo se non sono troppo grassi)
  • Evitare il consumo di latticini e formaggi, soprattutto se stagionati. Lo yogurt può dare beneficio in alcuni casi e risultare dannoso in altri. Se tollerato, preferire latte e yogurt parzialmente scremato.
  • Evitare acqua gassata e bibite: passata la prima sensazione gradevole, la situazione potrebbe peggiorare.
  • Evitare alimenti troppo freddi o troppo caldi
  • Preferire alimenti di consistenza morbida come passati di verdura, zuppe, verdura e frutta cotta.
  • Tenete a portata di mano qualche tronchetto di liquirizia pura (NO ROTELLE, STRINGHE o CARAMELLE) in caso di improvviso bruciore di stomaco o nausea. Naturalmente solo se non avete controindicazioni all'assunzione e da usare occasionalmente.
Una lista più completa degli alimenti da scegliere/evitare è a questa pagina

Nessun commento:

Posta un commento